Non sei loggato a My Febal Casa

Fai login o registrati per creare la lista dei tuoi prodotti preferiti. La potrai utilizzare per ritrovarli subito in negozio.

Share

La Zona Notte secondo The Pozzolis Family

Vi siete appena trasferiti nella casa dei vostri sogni e tra i progetti di coppia c’è quello di avere un bambino? Leggete attentamente questo articolo, poi non dite che non vi avevamo avvisato!

Parleremo della stanza che più subisce mutazioni quando viene creata una famiglia: la camera da letto.
Vedrete questo luogo, infatti, subire tre distintissime fasi:

Fase 1: Prima del bambino.
È in assoluto la stanza preferita della casa. Arredata con gusto, con particolare attenzione ai dettagli, un nido d’amore perfetto, da godere soprattutto nel week end, quando ci si sveglia tardi e si fa la colazione a letto. Ricordate: la minaccia di un giro domenicale al centro commerciale, lo farà sicuramente ringalluzzire, passando almeno altri 10 minuti nella camera da letto. Oh, questi sono i tempi dell'uomo moderno.

Fase 2: La mutazione light.
È nato l’erede. Avete spinto il lettone verso il muro per limitare i rischi di caduta, e dall’altro lato avete sistemato la spondina. L'orientamento del letto e l’equilibrio visivo che avevate studiato con un esperto di Feng Shui, è già andato a farsi benedire. Avete eliminato dai comodini la radiosveglia, le foto con le cornici di cristallo, è sparito il tappeto a rischio inciampo e ciao ciao alle sensualissime lenzuola di seta damascata. Il tapis roulant di fronte alla finestra della camera, ha traslocato in cantina e, al suo posto, avete posizionato un fasciatoio a quattro piani super attrezzato, che quando apri un cassetto parte “Twinkle Twinkle little star”.
Dimenticatevi i riposini pomeridiani perché Il lettone diventa il nuovo armadio del bebè, dove a rotazione vengono piegati o appallottolati chili di vestitini, body, calzini e bavaglini. Non esiste più un angolo della camera in cui non siano appoggiati, creme, aspira caccole, areosol, boccioni di soluzione fisiologica. La notte, per preservare il riposo di mamma e bambino, il papà viene messo a dormire nella vaschetta del fasciatoio, sempre se riesce a farsi spazio tra i peluche e le paperette di gomma. E col passare del tempo, se non avete la fortuna di avere una cameretta tutta per il piccolino, ecco che arriva la temutissima...

Fase 3: Il deposito.

Il bambino cammina e spaccatutto (con particolare predilizione per la sua testa). Questa fase è caratterizzata dall’azzeramento di qualsiasi senso estetico a favore della praticità e della sopravvivenza del vandalo. I cuscini del divano vengono smembrati e usati per proteggere ogni spigolo vivo della camera da letto, tutto il perimetro della stanza viene rivestito con salsicciotti paraspifferi che hanno il compito di coprire i temutissimi zoccoletti, predatori accaniti delle tempie di vostro figlio.
Le prese della corrente vengono sigillate con lo scotch da pacco. Le ante del guardaroba, che devono restare rigorosamente chiuse, sono presidiate dalle Guardie Svizzere, sopra gli armadi vengono accatastati le varie sdraiette, box e passeggini doppi che i parenti hanno deciso di regalarti per sbarazzarsene, ovviamente senza averti consultato prima, il pavimento di marmo viene rivestito da un tappeto d’erba inglese rubato in una villa dello Yorkshire. E quando tutto questo lavoro certosino viene finalmente concluso… ecco che tuo figlio, decide di dormire solo, ed esclusivamente, sul divano.

Insomma, rassegnamoci cari genitori, anche se la nostra casa sembra sia stata occupata da una tribù di randagi, la verità è che fortunatamente ci sono degli alleati straordinari come Febal che può trovare soluzioni ideali per tutti, e che quello di vedere la casa trasformata in una giungla è il piccolo prezzo da pagare per essere ricambiati da una bomba d'amore che esplode in continuazione. E comunque, un pensiero da genitore innamorato ci rincuora: fra 18 anni, se andranno di casa. Forse.

The Pozzolis Family
Leggi gli altri articoli