Arredare piccoli spazi: l’angolo cottura

Vivere in una casa piccola con living open space ci obbliga a realizzare un angolo cottura in piccoli spazi, il che può essere a volte frustrante. Che tu sia un appassionato di cucina o un amante del cibo pronto, avere uno spazio per preparare i pasti, anche se esiguo, è importante. 

Essere a corto di metratura non deve inibire il potenziale della tua cucina, anzi, potresti stupirti nel conoscere la miriade di opzioni possibili per rendere unico anche un piccolo angolo cottura. 

Ci sono molti suggerimenti e trucchi per arredare un angolo cottura in modo che risulti spazioso ed elegante, ma comunque funzionale. Segui i consigli degli esperti Febal Casa su come arredare un angolo cottura piccolo per poi realizzarlo nella tua nuova casa.

Come arredare un angolo cottura piccolo

Quando dobbiamo rendere un unico ambiente open space fruibile sia come soggiorno che come cucina, è necessario puntare al minimalismo per fare in modo che la percezione visiva rimanga pulita e ordinata. 

Per prima cosa, usiamo colori chiari e luminosi, sia per pareti e pavimenti che per gli arredi. Un piccolo angolo cottura in bianco o colori tenui risulterà agli occhi più ampio e darà la sensazione di trovarsi in uno spazio essenziale ma comodo.
Questo non vuol dire che l’intero ambiente dovrà essere monocolore. Al contrario, in una stanza cromaticamente lineare potremo utilizzare al meglio complementi a contrasto, come ad esempio il top cucina, che spezzano e definiscono le varie aree del living.

Soluzioni salvaspazio per un piccolo angolo cottura

In una cucina di dimensioni ridotte, difficilmente riusciremo a fare a meno dei pensili. Questi, insieme a mensole e mobiletti sospesi saranno utili a conservare alimenti, piatti e piccoli elettrodomestici. 

In un angolo cottura piccolo, infatti, è preferibile lasciare poche cose sul piano di lavoro, perché rischiano di dare un’idea di confusione e limitare ulteriormente il piano di lavoro. 

Anche i ganci e altre soluzioni per appendere gli accessori di uso comune vengono in aiuto in questo caso. Potresti pensare di creare una piccola boiserie sfruttando un angolo vuoto o una parte di parete che altrimenti resterebbe inutilizzata. Sfrutta al meglio anche tutti i mobili bassi per ottimizzare gli spazi di contenimento. In questo caso, cassettoni e ripiani estraibili ti aiuteranno a tenere tutto in ordine e facilmente raggiungibile all’occorrenza.

I materiali per i mobili dell’angolo cottura piccolo

Oltre a realizzare una composizione che lasci spazio di movimento quando si è intenti a preparare i pasti, l’angolo cottura piccolo può risultare più arioso anche grazie ai materiali utilizzati. 

I laminati lucidi riescono bene in questo intento, perché riflettono la luce e illuminano, così come l’acciaio per gli elettrodomestici sono utili a dare alla cucina piccola un’immagine moderna e d’impatto.
Il legno rende la zona cottura calda e accogliente. Se ti piace uno stile più classico, usalo pure, ma scegli colori chiari, come il nocciola, piuttosto che il rovere, per evitare di sentirti in uno spazio angusto.

Dove inserire il tavolo nel living con angolo cottura piccolo

Se la zona living è davvero piccola, potremo avere problemi a piazzare un tavolo per mangiare. In questo caso, se la famiglia non è numerosa, i tavoli a scomparsa, apribili al momento, sono un’ottima soluzione.

Ci sono soluzioni che permettono di avere un piano di appoggio fisso, comodo durante la preparazione dei pasti o per una colazione veloce, che all’occorrenza può trasformarsi in un ampio tavolo per cenare con gli amici.

Il piano fisso può assumere anche la funzione di penisola per separare l’angolo cottura dal resto dell’ambiente. A questo, aggiungi anche sedie o sgabelli pieghevoli, che puoi riporre quando non servono.

Soggiorno con angolo cottura piccolo: l’illuminazione

Saprai benissimo che per valorizzare gli spazi le luci ricoprono un ruolo fondamentale. Se l’angolo cottura è piccolo, avere i fornelli, il piano di lavoro e il tavolo ben illuminato è ancora più importante. 

In questo caso, via libera a lampade a sospensione e faretti a led, da incastonare nel controsoffitto o nei punti strategici, in modo che diano luce diretta proprio dove serve. 

L’ideale è avere una luce centrale sull’angolo cottura e una nella zona soggiorno, che diffondono luce in modo uniforme nella stanza, e puntare poi a vari faretti e lampade nei punti strategici. 

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.