Cucine componibili: 3 cose da sapere prima di progettare la cucina

Affidarsi a un interior designer o a un architetto è importante per evitare errori che compromettano la funzionalità della cucina, ma se vuoi essere sicuro che la tua cucina sia bella e pratica, ecco i tre concetti cardine da tenere a mente: ergonomia, contenimento e progettazione degli spazi.

1) Cucine componibili ed ergonomia

Optare per una cucina componibile significa avere diversi moduli per riempire gli spazi a disposizione. Una corretta ergonomia garantisce il giusto rapporto tra l’individuo che utilizza la cucina e lo spazio a sua disposizione.

La cucina è uno degli ambienti più pericolosi della casa ed è importante configurarla al meglio per evitare pericoli.

In primo luogo, è necessario fare attenzione alla configurazione dei piani di lavoro perché una cucina troppo alta o troppo bassa può creare mal di schiena dovuto ad una errata postura, troppo chinata o troppo inarcata.

Se sei alto tra 180 cm e 190 cm, cerca di progettare una piano cucina alto. Come? Per esempio scegliendo uno zoccolo da 15 cm da abbinare a un top da 6 cm, in modo da avere una altezza complessiva del piano di lavoro di 93 cm. Al contrario, persone alte intorno a 160 cm possono configurare una zoccolatura da 10 cm con un top da 2 cm in modo da avere un’altezza complessiva di 84 cm. Gioca con le diverse altezze di top e zoccolo per creare l’altezza più adeguata a te. Lavorare in un ambiente scomodo può essere pericoloso: al momento della progettazione non sottovalutare l’ergonomia!

2) Contenimento dei mobili da cucina

I mobili da cucina nascono per contenere utensili di uso quotidiano, stoviglie e alimenti. Contenimento e organizzazione rivestono quindi un ruolo fondamentale al momento della progettazione della cucina. Per evitare di perdere tempo a rovistare ovunque alla ricerca degli utensili da cucina è quindi bene sviluppare un progetto cucina funzionale e pratico.

Un buon punto da cui partire sono i cassetti ad estrazione totale grazie ai quali è possibile vedere velocemente tutto quello che è contenuto nel cassetto. Anche i piani di lavoro sono molto importanti e spesso sottovalutati in fase di progettazione. È infatti essenziale pensare al futuro utilizzo della cucina: se abbiamo intenzione di comprare diversi elettrodomestici, come robot da cucina, macchina da caffè o impastatrici, avremo bisogno di un piano di lavoro molto ampio. Se l’architettura e gli spazi però non lo permettono, potremo invece inserire delle colonne: elettrodomestici e forno a colonna ci aiuteranno a liberare spazio sul top che potrà essere utilizzato in un altro modo.

Un’altra opzione delle cucine componibili per liberare spazio sul piano di lavoro sono le armadiature con ante a soffietto, ante rientranti o ante a scorrimento che ci permettono di inserire soluzioni opzionali come un piano di lavoro estraibile o prese elettriche all’interno del mobile per poter “nascondere” robot da cucina e macchine da caffè, lasciando il piano di lavoro libero.

3) Progettazione cucine componibili

Per quanto riguarda la progettazione vera e propria della tua cucina componibile, non dimenticare gli spazi necessari all’apertura delle ante.

Se hai poco spazio a disposizione, esistono diverse soluzioni furbe per organizzarlo al meglio: una di questa è l’anta con apertura a vela, che si apre verso l’alto, pensata soprattutto per il pensile scolapiatti, perché elimina l’ingombro dell’anta aperta sul lato e lascia libertà di movimento. Negli ambienti piccoli o in zone di passaggio puoi scegliere invece pensili a giorno, ovvero pensili senza anta, che arredano in maniera caratterizzante e permettono di avere libero accesso al vano.

Anche le basi della cucina possono essere costituite da elementi a giorno, oppure possiamo scegliere basi sospese che arredano con conferendo una sensazione di maggiore leggerezza.

Per ogni Sogno, un Progetto.

Richiedi informazioni ora: i nostri Interior Designer sono a disposizione per aiutarti a sviluppare la tua idea di arredo e trovare insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze abitative.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.

Iscriviti alla newsletter