Come arredare la casa al mare

La tavolozza di colori ideali per arredare casa al mare è quella che attingere alle tonalità fresche, estive e rilassanti. Creare una combinazione di colori e texture è sempre una buona idea, ma quando la destinazione è il mare non si sbaglia mai a giocare con le gradazioni del blu e del bianco, ammorbidite da nuance che richiamano il verde della natura o i beige della sabbia. Le sfumature possibili di questi colori sono infinite e qualsiasi combinazione si scelga, l’effetto distensivo, pulito e fresco è assicurato.

Spazi e colori arredare una casa piccola al mare 

Una volta stabiliti i colori di riferimento, indirizzando la scelta tra le tonalità cromatiche più luminose e distensive, diventa più semplice decidere come arredare una casa al mare piccola o grande che sia. Serve poi avere l’occhio attento alla funzionalità. Arredare una casa al mare significa organizzare gli spazi in maniera pratica, così che la si possa vivere in maniera confortevole durante i brevi periodi di vacanza, senza dovere passare la metà del tempo a pulire, ordinare e organizzare. Le case di vacanza sono spesso piccole, ma non per questo devono essere scomode o dare la sensazione di vivere in stanze sacrificate. 

Abbattere la parete che separa il cucinino dal soggiorno, per esempio, è una cosa da fare subito per rendere il living più vivibile e farlo apparire più grande. E con uno spazio unico, arredare una piccola casa al mare con una bella cucina moderna al centro, non sarà più un problema. 

Arredare la casa al mare con il lusso della semplicità

Per arredare in maniera funzionale la casa al mare piccola è importante selezionare mobili semplici e lineari che infondono agli ambienti piacevoli sensazioni di leggerezza e freschezza. Anche riempire le stanze di tanti arredi e suppellettili è inutile e impegnativo, meglio scegliere pochi pezzi eleganti e necessari: contribuiscono a creare un ambiente pulito e rilassante anche per la mente. 

Liberarsi del superfluo per mantenere solo il comfort essenziale è uno dei cardini da adottare nelle case di sapore contemporaneo che sposano la filosofia hygge. E diventa un’esigenza universale efficace se applicata alle idee per arredare casa al mare. Qualche esempio pratico? In cucina non serve riempire i pensili con servizi piatti da 12 se attorno al tavolo possono prendere posto solo quattro persone. In camera basta un armadio ben allestito internamente per contenere quanto serve. Ridurre la quantità di elementi di arredo può anche tradursi in una migliore qualità dei mobili scelti per la casa piccola del mare.

Come decorare e arredare con stile marino contemporaneo 

Ci vuole moderazione anche nelle decorazioni di stile marinaro. Eccessi di riproduzioni di barche, boe e remi alle pareti, fari, reti e conchiglie potrebbero trasformare la casa in un museo del mare. Meglio pochi tocchi colorati e dosati per portare un’atmosfera mediterranea sulla parete del living o tra i tessili che decorano una cucina contemporanea, funzionale e compatta. Una poltrona di design rivestita con fresca microfibra color oceano, una parete azzurra dove si compongono le geometrie di una parete attrezzata in legno chiaro, un tappeto di fibra naturale che riprende i colori delle onde del mare, gli sgabelli in legno laccato attorno al bancone cucina come in un chiringuito sulla spiaggia e la lampada da terra col paralume color sabbia: ecco un mix & match che funziona per arredare la casa al mare con uno stile marino contemporaneo.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.
Iscriviti alla newsletter