Come arredare l’ingresso di casa

Per capire come arredare un ingresso bisogna pensare di raccogliere una sfida stimolante. Si riuniscono bene le idee e si immagina l’utilizzo che potrebbe avere questo ambiente, che altrimenti rischia sempre di risultare un po’ anonimo, oltre che poco sfruttato. L’ingresso non va considerato solo come un semplice luogo di passaggio, perché è anche la prima zona che si incontra varcando la soglia di casa. Proprio come un biglietto da visita, l’arredamento dell’entrata di casa offre un’anteprima dello stile di arredo del resto dell’appartamento.

Come arredare un ingresso aperto sul living

Potrebbe sembrare superfluo arredare un ingresso, quando l’entrata di casa si apre direttamente sul soggiorno o sulla moderna zona living. Invece, organizzare con cura e in maniera funzionale lo spazio accanto alla porta è importante. Un angolino con due poltroncine oppure una panca con contenitore dove sedersi per togliere e mettere le scarpe sono soluzioni semplici, ma danno subito un’impronta di carattere all’ingresso – si tratta anche di idee pratiche, che si possono integrare facilmente con il resto degli arredi del living. 

Per quanto nella progettazione dei nuovi appartamenti si tenda a ottimizzare gli spazi e a non sprecare metrature per disimpegni e anticamere, anche quando la porta di casa si affaccia sulla zona giorno, non è mai tempo sprecato quello impiegato a studiare un apposito arredamento dell’entrata dell’appartamento che renda più comode le operazioni di entrata e uscita.

Se invece c’è più spazio a disposizione, l’ideale è arredare la parete all’ingresso con un mobile adeguato. Una consolle, una cassettiera, una moderna madia creano un’atmosfera curata e accogliente, ancora più elegante se la madia è accompagnata da una stampa o un quadro appeso alla parete. All’interno vi si può riporre qualsiasi cosa, e si avrà una superficie utile dove poter sistemare un vuota-tasche, le chiavi dell’auto, monete e portafogli.

Febal Casa – Olimpia

Come arredare un’entrata piccola

Quando lo spazio è poco, per arredare la parete di ingresso basta sfruttare i muri. Se l’entrata di casa è troppo stretta per ospitare dei mobili, un’ottima alternativa è sfruttare la zona alta del muro. Si possono fissare mensole e moderni appendiabiti, per avere dei contenitori pratici senza trascurare l’aspetto estetico. Quando si è indecisi su come arredare l’ingresso stretto e piccolo, puntare sulle decorazioni è sempre la strada migliore. Un bel tappeto davanti all’entrata, una parete colorata in una tinta vivace o un grande quadro a contrasto su una parete candida sono soluzioni che risolvono il problema dell’arredamento all’entrata di un appartamento piccolo. 

Senza dimenticare l’utilizzo degli specchi: racchiusi in cornici che riprendono lo stile degli arredi di casa, sono decorazioni perfette per trasmettere la sensazione di un ambiente curato anche nei dettagli. Oltre ad essere un elemento decorativo che allarga lo spazio e porta luce, lo specchio alla parete dell’ingresso serve per quell’ultima occhiata irrinunciabile prima di uscire di casa. Infine, ci sono le piante da appartamento: sono elementi decorativi che non stonano mai in casa e che possono facilmente abbellire l’ingresso, anche se piccolo. Lingue di suocera, palma di bambù, aloe, dracena, ficus sono solo alcune delle varietà di piante che arredano e purificano l’aria. Sistemate a terra in eleganti vasi di ceramica oppure disposte sulle mensole della parete all’ingresso sono elementi decorativi eco e chic.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.
Iscriviti alla newsletter