Letto a castello in cameretta: ecco come sceglierlo

Quando vuoi ridisegnare la cameretta dei tuoi bambini, investire in soluzioni per dormire che ottimizzano lo spazio mentre portano una ventata di colore giocoso e allegro, può essere una splendida opportunità. I letti a castello piacciono a bambini e genitori che possono stare tranquilli anche sul fronte della sicurezza.

I vantaggi del letto a castello

Scegliere di arredare la cameretta dei ragazzi con i letti a castello è sempre un’ottima idea perché permette di ottimizzare lo spazio senza affollare la stanza con i mobili. In una cameretta che due fratelli o sorelle devono condividere, è preferibile la soluzione a castello per il letto perché si lascia libero dello spazio utile da sfruttare. In questo modo, al posto del secondo letto si ritaglia il posto per altri arredi, come la cassettiera o un’unica ampia scrivania per due. O semplicemente si può utilizzare lo spazio recuperato come area gioco che regala un’inaspettata ariosità e rende la cameretta più accogliente. I lettini a castello piacciono ai bambini perché evocano subito la dimensione del gioco e dell’avventura. Così come sono molto apprezzati anche dai genitori che, soprattutto nelle case di vacanza, grazie ai letti a castello possono ricavare più posti letto, utili per ospitare gli amici o per mettere in affitto l’abitazione.

Lettini a castello con una marcia in più

Tra gli arredi salvaspazio per la cameretta, i lettini a castello sono un innegabile elemento di valore estetico, oltre che rivelarsi una soluzione intelligente. Per arredare la cameretta destinata a due o più bambini, i letti a castello delle camerette Febal Casa si distinguono come la soluzione ottimale, in grado di offrire dello spazio comodo per giocare, rilassarsi e studiare. Con i letti a castello, infatti, la superficie sul pavimento da occupare con un secondo letto può rimanere libera e diventare una comoda area giochi, o uno spazio prezioso per sistemare una scrivania da utilizzare su entrambi i lati. Ancora più funzionali, poi, possono rivelarsi certi modelli di letti a castello che integrano cassetti porta oggetti, ante o addirittura un cassetto estraibile che nasconde un terzo letto per gli ospiti.

 Letti a castello a prova di sicurezza

Quando si parla di letti destinati ai bambini la sicurezza è doppiamente importante. Più che cercare consigli e suggerimenti su come rendere sicuro un letto a castello, è importante scegliere strutture di buona qualità. Bisogna verificare che le doghe del letto superiore siano robuste e controllare che la scala sia solida e ben fissata alla sponda del letto, in modo che si sganci o che i pioli cedano. Se i bambini sono piccini e si agitano spesso nella notte, per rendere sicuro il letto a castello sono indispensabili le sponde di sicurezza

Naturalmente, a causa della scaletta a pioli, il classico sviluppo a castello del letto rende il vano superiore non adatto a un bambino piccolo. Questo significa che, finché il bambino non ha 5 o 6 anni e quindi si muove autonomamente e in sicurezza, bisogna evitare il letto superiore è sistemare il più piccolo in quello inferiore. Ovviamente è anche possibile progettare delle varianti pensate proprio per rendere sicuri i letti a castello destinati ai più piccoli. Si possono, infatti, realizzare soluzioni con letti a castello dotati di gradini che, come delle piccole scale a rampa, si inerpicano in uno spazio protetto tra ante e vani contenitori, integrati nella struttura del letto stesso. Così come si possono trovare tante soluzioni salvaspazio alternative al letto a castello, ma sempre originali e colorate.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.
Iscriviti alla newsletter