Gli elementi di una cucina shabby chic

Quando si parla di cucina shabby, c’è chi immediatamente pensa a un ambiente uscito da una favola, dove i dettagli romantici e leziosi decorano ogni elemento, dalle lampade con paralume ai cuscini delle sedie attorno al tavolo di legno. Ma c’è anche chi, quando immagina una cucina stile shabby, pensa subito all’aspetto vintage e graffiato degli arredi di suggestione provenzale, con quel look invecchiato che fa dell’apparente trascuratezza un simbolo di ricercata raffinatezza. Oppure c’è chi incarna lo spirito campestre dello stile shabby chic nella cucina rustica tipica dei cottage nella brughiera inglese, con il bollitore dell’acqua del tè sempre pronto e finestre inglesine nascoste dalle immancabili tende di cinz con stampe a fiori. A questo punto, come fare una cucina shabby diventa un semplice declinare le decorazioni secondo il gusto personale, anche se la base di partenza resta sempre la stessa.

Come arredare una cucina in stile shabby chic

Legno per i materiali e bianco per i colori: questo è il punto di partenza per capire come arredare una cucina in stile shabby. Ma quali sono gli altri elementi che non possono mancare in una cucina shabby? Gli scaffali a giorno e le ante di vetro sono un must per questo stile decorativo: caratterizzano i pensili da dove fanno capolino scatole di biscotti, alzatine per crostate e pasticcini, teiere e ceramiche bianche. Secondo lo stile shabby in cucina deve trovare posto anche la madia con i piedi a cipolla che, come le vere credenze di campagna, racchiude bicchieri eleganti e stoviglie per la tavola. 
L’altro immancabile elemento della cucina shabby è il pensile piattaia, con le modanature che sottolineano l’eleganza discreta di uno stile romantico ma essenziale. E poi, se lo spazio lo permette, c’è anche il grande banco di lavoro offerto dall’isola e che ricopre diverse funzioni: spazio operativo oppure punto attorno al quale riunirsi per conversare e bere un tè comodamente seduti su sedie o sgabelli di legno bianco.

Decorazioni e colori che personalizzano lo stile shabby chic in cucina

Anche in una cucina apparentemente semplice e genuina, proprio come è la cucina shabby, c’è sempre una ricerca dei dettagli quali autentici elementi distintivi di questo stile. Per esempio, è difficile che una cucina shabby chic bianca o di altri colori pastello possa avere un piano cottura al posto dei tradizionali fornelli. Per essere coerente con le atmosfere vintage, rustiche ma raffinate, deve infatti accogliere una cucina moderna ma freestanding, come proposto anche nella Cucina Romantica della collezione Cucine classiche. Alle decorazioni viene poi affidato il compito di caratterizzare, con colori e fantasie diverse, la declinazione preferita della cucina shabby bianca. 
Nella cucina shabby di ispirazione british, un tripudio di fiori nei toni pastello – dal lilla all’azzurro fiordaliso, dal rosa al giallo narciso – esplode su tendaggi, cuscini delle sedie e strofinacci. Color corda, viola lavanda e verde edera sono invece le tonalità preferite per decorare con glamour provenzale lo stile shabby chic della cucina. Infine, tanto rosa tenue e qualche pizzo macramè sono le decorazioni preferite da chi vuole avvolgere la cucina shabby chic bianca in una nuvola romantica e fiabesca.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.