Come arredare una cucina angolare

La mancanza di spazio è un problema significativo in molte cucine. La soluzione ovvia è sfruttare bene la superficie a disposizione, sviluppando una cucina angolare. Ma legare la configurazione di una cucina moderna angolare a un problema di spazio sarebbe un peccato. 

Quando sono affacciate sul soggiorno, le cucine ad angolo creano infatti un effetto dinamico di grande impatto estetico. E poi, ogni volta che si progetta una disposizione della cucina a L oppure a U, si possono valorizzare anche i punti difficili. Insomma, quello che a prima vista può sembrare un ostacolo, si può rivelare una risorsa grazie alle infinite possibilità modulari. 

Vediamo allora come arredare una cucina piccola ad angolo e, grazie all’esperienza di progettisti qualificati, sfruttare gli angoli in cucina così da aumentare la capienza dei vani contenitori. 

I vantaggi delle cucine angolari

La cucina ad L, detta anche cucina angolare, è la soluzione migliore per tutte le cucine: aperte, chiuse, quadrate e rettangolari. Si sviluppa lungo le due pareti adiacenti allo stesso angolo, sulle quali si appoggiano in successione mobili ed elettrodomestici. Il vantaggio di una cucina moderna angolare è che, se la stanza è grande almeno 10-15 mq, permette di ospitare una vera e propria zona pranzo con tavolo e sedie oppure la penisola con banco snack, come dimostrato nella Cucina Modula della collezione cucine Febal Casa

Anche l’isola centrale si inserisce perfettamente nelle medio-grandi superfici delle cucine ad angolo perché facilita la circolazione e, volendo, concentra su di sé l’operatività con piano cottura e lavello. Ma è anche una soluzione utile per aumentare spazio contenitivo dove inserire lavastoviglie, ante e cassetti. 

Cucine ad angolo piccole e organizzate

Il punto cruciale è: come sfruttare l’angolo nella cucina a L? L’ottimizzazione di questo spazio deve essere pensata bene e soprattutto corrispondere al modo in cui si utilizza la cucina. Finché si sviluppa un comodo triangolo operativo vuol dire che il progetto funziona e che la cucina angolare è ben organizzata. Anche le cucine angolari piccole devono contenere gli elettrodomestici indispensabili e offrire spazio per riporre pentole, stoviglie, cristalli e i mini elettrodomestici di uso comune, come spremiagrumi, tostapane e piccoli robot. Con una pratica disposizione a L si capisce subito come sfruttare l’angolo in cucina. Lungo i lati delle cucine angolari si susseguono le basi che ospitano elettrodomestici e ante. Inserire le colonne serve a sfruttare il più possibile l’altezza e permette di aumentare la capacità contenitiva della cucina, ma bisogna lasciare spazio anche al piano di lavoro. 

Quindi, affinché l’angolo non sia zona sprecata, le cucine Febal Casa offrono diverse soluzioni al problema di come sfruttare l’angolo in cucina e trasformare un punto cruciale in un punto a favore.  

La caratteristica vincente della cucina moderna angolare Febal è la capacità di rendere accessibile il contenuto delle ante ad angolo grazie alla presenza di cestelli sagomati estraibili, da inserire sia nella base che nella colonna. Questi cassetti girevoli sono capienti e perfetti per riporre anche pentole e padelle. Possono essere tirati in avanti e ruotati verso l’esterno, in maniera indipendente l’uno dall’altro così da non oscurare i vani sottostanti. Con Febal Casa l’armadio della cucina angolare offre un accesso confortevole e funzionale a una zona che solitamente rischia di trasformarsi in un buco nero.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.