Elettrodomestici: ecco quali rientrano nel bonus mobili

La legge di bilancio 2022 ha predisposto la proroga per usufruire del bonus mobili ed elettrodomestici ancora per 3 anni, ovvero fino al 31 dicembre 2024.

L’agevolazione riguarda l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per completare il miglioramento energetico di una casa sottoposta a ristrutturazione. 
Vediamo brevemente in cosa consiste il bonus mobili, ma soprattutto quali sono gli elettrodomestici che rientrano nell’agevolazione.

Bonus mobili e grandi elettrodomestici: che cos’è

Gli incentivi promossi dal governo permettono di ottenere una detrazione fiscale del 50% sulla spesa sostenuta per l’acquisto di nuovi mobili ed elettrodomestici. Il limite di spesa è stabilito a 10.000 € per il 2022 e 5.000 € per il 2023 e 2024.
Il bonus mobili e grandi elettrodomestici non permette di ricevere uno sconto in fattura, ma di ottenere un credito pari alla metà della spesa sostenuta, da suddividere nei i successivi 10 anni.

Quali elettrodomestici rientrano nel bonus mobili

Oltre a poter acquistare mobili nuovi ricevendo la detrazione, il bonus permette anche l’acquisto di tutti quegli elettrodomestici di uso casalingo, purché dotate di etichetta energetica di classe.

In particolare, sono inclusi elettrodomestici per la cucina di classe non inferiore a: 

  • A nel caso di forni;
  • E per lavatrici, asciugatrici e lavastoviglie;
  • F per frigoriferi e congelatori.

Sarà possibile far rientrare nelle agevolazioni tutti quei grandi elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica solo se per quella tipologia non è richiesta obbligatoriamente.

In questo senso, possiamo far rientrare anche apparecchi di cottura, stufe elettriche, forni a microonde, radiatori e ventilatori elettrici, piastre riscaldanti ecc.

Quali elettrodomestici NON fanno parte del bonus mobili

Il bonus mobili ed elettrodomestici riguarda solo ed esclusivamente l’acquisto di apparecchiature nuove. L’usato o il vintage, quindi, non è incluso nella detrazione. 

Anche per i nuovi elettrodomestici è fondamentale, per poter accedere al bonus, che la classe energetica sia pari o superiore a quella indicata dall’Agenzia delle Entrate

Non possono essere detratti i cosiddetti piccoli elettrodomestici, cioè tutte quelle apparecchiature di uso giornaliero tra cui: 

  • oggetti per la pulizia: aspirapolvere, scope elettriche e simili;
  • elettrodomestici per la casa: macchine per cucire, ferri da stiro, ecc.;
  • piccoli elettrodomestici per la cucina: tostapane, friggitrici, frullatori, macchine per il caffè ecc.;
  • apparecchiature per la persona: asciugacapelli, spazzolini elettrici, rasoi, bilance e altro;
  • strumenti da lavoro o svago, quali computer, televisori, telefoni, videocamere ecc.

Cosa acquistare con il bonus mobili e elettrodomestici

I bonus e le agevolazioni sulle ristrutturazioni promosse negli ultimi anni dal governo, stanno permettendo a tantissime famiglie di rinnovare le proprie case. Questa è una ghiotta occasione per apportare migliorie agli ambienti domestici, puntare sul risparmio energetico e vivere in ambienti più sani e sicuri. Sono valori su cui Febal Casa punta da sempre, offrendo le migliori tecnologie e la migliore qualità per creare luoghi in cui sentirsi davvero “a casa propria”

Le cucine Febal Casa non sono solo belle, ma sono soprattutto realizzate con materiali solidi e innovativi. Se stai pensando di approfittare del bonus mobili ed elettrodomestici, Febal Casa potrà accompagnarti nel processo e nella scelta delle migliori soluzioni per te e la tua famiglia. 

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.