La guida completa al piano cucina in quarzo

Prima di scegliere il piano di lavoro al quarzo, dovresti conoscere a cosa vai effettivamente incontro. L’importanza dei piani di lavoro in cucina non va sottovalutata, perché è qui che prepariamo i pasti, appoggiamo utensili e sporchiamo. Potremmo dire che il piano di lavoro in cucina è la zona più sfruttata.

I piani di lavoro in quarzo sono molto richiesti sul mercato e stanno avendo così tanto successo da mettere in secondo piano altri tipi di pietre naturali, come granito e marmo. Vediamo come è fatto il top in quarzo, i suoi pro e contro e cosa lo rende perfetto per te.

Perché scegliere il top per la cucina al quarzo

I piani di lavoro in quarzo non richiedono una manutenzione speciale. Poiché si tratta di top realizzati su misura, non hanno bisogno di essere sigillati, a differenza delle altre pietre naturali. Di conseguenza, per la pulizia quotidiana sono sufficienti solo un po’ di sapone, acqua e un panno umido. Si consiglia di evitare l’uso di spugne abrasive e detergenti chimici aggressivi che potrebbero rovinarlo. 

È noto che la pietra naturale, in quanto porosa, tende a macchiarsi facilmente. I top in quarzo, invece, sono realizzati con una percentuale di agenti leganti come la resina che, oltre ad aumentare la resistenza, aiuta anche a rendere la struttura non porosa.  Questo allontana i batteri, aiuta a evitare muffe e funghi e aumenta la longevità del piano di lavoro.

A differenza della pietra naturale che è molto complicata da lavorare, i top in quarzo vengono creati a temperature e pressioni elevate, per cui riescono a subire più facilmente lavorazioni complicate. I top in quarzo sono molto flessibili e possono essere modellati in forme diverse per realizzare lavandini o lati curvi dei piano snack. La sua versatilità lo rende perfetto per essere utilizzato anche come piastrelle per pavimenti.

I contro del piano di lavoro per la cucina al quarzo

I top in quarzo sono molto costosi, lo sappiamo. Creati in condizioni di alta temperatura, i top in quarzo sono noti per resistere al calore e alle bruciature, ma fino a un certo punto. 

Quello che può danneggiare questo tipo di piano di lavoro sono gli sbalzi di temperatura improvvisi, che potrebbero causare crepe sulla superficie. 
Se si installano top in quarzo in un ambiente esterno, la loro garanzia decade immediatamente. Il quarzo non è in grado di resistere ai cambiamenti all’aperto. La luce solare costante non solo sbiadirà il colore, ma causerà anche la deformazione del top che porterà a una spaccatura nel tempo.

Cose da considerare prima di acquistare un top in quarzo per la cucina

Quando si acquista un piano di lavoro in quarzo, non si può scendere a compromessi sulla qualità. Un piano di lavoro in quarzo ben costruito raddoppierà l’ammortamento nel corso degli anni. Tuttavia, l’investimento iniziale può pesare. Sebbene siano disponibili opzioni più economiche, non farti abbindolare perché butteresti solo denaro. 
L’installazione di un piano di lavoro in quarzo è un grande investimento, soprattutto perché non può essere spostato, quindi devi essere sicuro di rimanere nella tua attuale casa per un lungo periodo. Se hai bambini in casa che sporcano, i top in quarzo possono essere una buona scelta. La loro struttura a base di resina li rende resistenti a macchie e muffe, più comuni in granito e marmo. È anche una buona scelta per le persone a cui piace ospitare spesso.

Manutenzione del piano di lavoro in quarzo

I top in quarzo sono molto facili da pulire. Tuttavia, devi tenere a mente alcuni suggerimenti per assicurargli una vita lunghissima:

  • Versamenti di sostanze a base acida come ketchup, succo di limone, vino, caffè, ecc. devono essere asciugati in pochi minuti.
  • Devono essere utilizzati detergenti specifici per il quarzo. Detersivi aggressivi distruggono i legami di resina e ne danneggiano l’integrità.
  • Non abusare del detersivo per piatti perché opacizza la lucentezza della lastra.
  • Il quarzo è molto resistente ma soggetto a semplici graffi. Utilizza sempre un tagliere e non usare la superficie del top. Utilizza sempre anche dei sottopentola per evitare danni dovuti alla temperatura.
Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.