Vantaggi e svantaggi dei pavimenti in resina

Riservato per anni agli spazi aziendali, oggi il pavimento in resina è una tendenza in crescita per rivestire i pavimenti di casa, all’interno e all’esterno. Con un aspetto declinabile in finitura opaca oppure lucida, la resina per pavimenti è anche capace di replicare l’aspetto di diversi materiali dal look moderno. Le possibilità decorative sono tante, pratiche e scenografiche, sia in cucina che in spazi esterni.

Cos’è la resina per il pavimento

Il materiale utilizzato per questo scopo può essere una resina epossidica o una resina poliuretanica. Si tratta comunque di un mix a base plastica, a cui si aggiungono altri componenti, da stendere in forma liquida sulla superficie da rivestire. Quando la resina si solidifica, diventa un pavimento omogeneo dalla superficie liscia, priva di giunti e ben aderente.

In genere, per gli interni si utilizza la resina poliuretanica, elastica, resistente e di maggiore qualità. Mentre come resina per pavimenti esterni si può utilizzare quella epossidica. Si tratta di una resina più economica, ma meno resistente ai graffi.

Gli effetti estetici della resina per pavimenti

La resina appare come una superficie brillante e omogenea, trasparente oppure colorata. Se si aggiungono alla miscela particolari pigmenti o polveri, la si può personalizzare con effetti decorativi che permettono di realizzare pavimenti in resina effetto marmo così come pavimenti in resina effetto legno.

Perché i pro battono i contro nella resina per pavimenti

Se scegli la resina per i pavimenti esterni o interni della tua casa, i pro superano sempre i contro. Oltre ai vantaggi già illustrati, tieni presente anche queste caratteristiche.

  • Le resine per i pavimenti sono impermeabili, si lavano e si smacchiano senza alcuna difficoltà con un po’ di acqua saponata. Quindi sono perfette anche per i pavimenti della cucina e del bagno di casa.
  • I pavimenti in resina possono diventare antiscivolo aggiungendo polveri minerali al composto. 
  • Essendo privo di fughe e perfettamente lavabile, il pavimento in resina per interni è estremamente igienico: lideale per la cameretta dei bambini piccoli che stanno sempre a terra.
  • Tra le altre comodità offerte dalla resina, ci sono la capacità di livellare il pavimento irregolare esistente e quella di attutire il rumore di calpestio e di urti resina.

Il pavimento in resina ha un solo svantaggio: la delicatezza

I vantaggi di un pavimento in resina sono davvero tanti. Ma gli svantaggi? In realtà si riassumono tutti nella sua delicatezza. Solo un professionista specializzato può stenderla e se si strappa, cosa che può accadere nel caso di urti violenti con oggetti metallici, non si può sostituire la singola piastrella o l’asse di legno. Bisogna applicare un patch adesivo, in pratica un’antiestetica toppa da coprire con un tappeto strategico. Oppure si stende un nuovo strato di resina sul pavimento: soluzione esteticamente migliore. 

Infine, attenzione alla resina per pavimenti esterni: solo quelle resistenti ai raggi UV non scoloriscono o virano nei punti colpiti dalla luce del sole. 

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.