Meglio l’armadio con anta scorrevole o battente? Consigli per scegliere quello più adatto.

Le scelte in ambito di arredo dei propri spazi sono davvero personali, per questo motivo non c’è mai una scelta giusta o sbagliata, c’è sicuramente la scelta più adatta alle proprie esigenze o ai propri spazi. Quando si arriva ad un bivio, alcuni scelgono seguendo l’istinto e il gusto personale, optando per la scelta estetica più accattivante, soprassedendo su aspetti ergonomici o funzionali, altri invece scelgono razionalmente per ottimizzare spazi e contenuti senza osare in soluzioni diverse e perdendosi il divertimento nell’arredare un ambiente.

Per aiutare nella scelta tra ante scorrevoli o battenti, facciamo un passo indietro al fine di focalizzare i nostri bisogni in fatto di contenimento e scoprire che soluzioni progettuali ben studiate enfatizzano soluzioni di design davvero unico.

Meglio l’armadio con anta scorrevole o battente?
Consigli per scegliere quello più adatto:

  1. armadio a battente apertura con o senza maniglia
  2. fattori di scelta: capienza interna e ingombro esterno dell’armadio.
  3. libertà di personalizzazione: tagli su misura, e moduli aggiuntivi.
  4. vetro, laccato e nobilitato: i materiali che arredano
  5. l’importanza della maniglia come accessorio

1. Armadio a battente apertura con o senza maniglia

Hai sempre sognato un armadio con apertura senza maniglia? È sicuramente uno dei trend arredativi più in voga e l’armadio con ante scorrevoli è la sua rappresentazione estetica per eccellezza. Stai pensando quindi che il dilemma tra anta battente e scorrevole sia già risolto, in realtà non è così, nella collezione NOTTE di Febal Casa puoi trovare armadi ante battenti con soluzioni estetiche di maniglia integrata che regalano superfici visivamente pulite senza perdere in ergonomia e praticità.

L’anta COLUMBIA ha una maniglia gola personalizzabile nei 22 colori laccato opaco, coordinabile al frontale disponibile nei colori laccato opaco o laccato lucido. La possibilità di giocare con tinte diverse e superfici opache o lucide apre un ventaglio di abbinamenti cromatici infiniti.

LEWITT è l’anta con inserto presa maniglia situata nel quadrotto inferiore. I quadrotti che compongono il frontale sono tutti personalizzabili anche con diverse finiture, disponibili sia in nobilitato che in laccato opaco. La maniglia gola è personalizzabile nei 22 colori laccato opaco con interno in tinta; a scelta inserto interno nelle 10 finiture nobilitato. L’anta Lewitt è l’unica tra queste soluzioni che è possibile utilizzarla sia su armadio battente che su armadio con apertura anta scorrevole. 

ELITE è l’anta in nobilitato con maniglia gola laccata in tinta con il frontale dell’anta, il suo particolare disegno da la possibilità di creare un motivo geometrico che caratterizza l’estetica della composizione. Se hai bisogno di un armadio battente ma non ami le soluzioni con la classica maniglia applicata sul frontale, e cerchi una soluzione più di design e personalizzabile allora puoi configurare il progetto del tuo nuovo armadio optando per una di queste ante.

Se vuoi approfondire approfitta del nuovo servizio di assistenza on-line per richiedere una consulenza a distanza con un nostro interior designer o scopri il punto vendita armadi Febal casa più vicino a te nello store locator del sito.

2. Fattori di scelta: capienza interna e ingombro esterno dell’armadio.

L’armadio che sceglierai deve posizionarsi all’interno di un determinato spazio: più gli spazi sono piccoli, più la scelta tra un’apertura anta scorrevole o battente influsce sul contenimento interno di un armadio. Se devi arredare un’ambiente ampio, è solo una questione di gusto estetico e personale. In spazi ridotti le dinamiche cambiano: abbiamo visto nell’articolo dedicato a “Un armadio per due, consigli su come organizzare lo spazio condiviso in camera da letto” che l’accesso all’armadio deve essere sempre agevole quindi se opti per un armadio ad ante battenti verifica di avere lo spazio giusto per garantirti un’apertura senza ostacoli: poniti di fronte l’armadio e fai un passo indietro (ad almeno un metro) e assicurati di avere un passaggio libero di almeno 70 cm dietro la schiena. Se non ha spazio a sufficienza per muoverti liberamente opta per un’apertura ad ante scorrevoli.

Lo spazio minimo di ingombro per un armadio ante scorrevoli è di L 182,5 cm (due ante da L 90 che si sormontano in fase di apertura). Se hai a disposizione uno spazio più piccolo, la scelta è obbligata verso l’armadio ante battenti che non è vincolato al meccanismo di sormonto delle ante, e dà una maggiore libertà progettuale per la realizzazione del su misura.

Anche le abitudini di utilizzo influenzano la scelta: l’armadio ante battenti ti permette di avere accesso simultaneamente a tutti i vani interni, cosa impossibile con lo scorrevole dove in fase di utilizzo un’anta sormonta l’altra coprendo inevitabilmente uno dei due vani. Quindi se ti piace avere tutto in vista a colpo d’occhio o se siete soliti utilizzare contemporaneamente in due l’armadio è meglio optare per una configurazione anta battente. Se devi arredare una nicchia dietro la porta, è importante anche non sottovalutare la diversa profondità tra i due armadi: a parità di struttura interna, l’armadio scorrevole è più ingombrante rispetto alla sua versione battente con anta maniglia gola.

Il meccanismo scorrevole di apertura e chiusura rallentata deve garantire il sormonto delle ante in fase di utilizzo e quindi lo spessore di ingombro si raddoppia e il profilo maggiorato dell’anta che garantisce una presa ergonomica durante l’utilizzo, influisce sulla profondità complessiva portando così una differenza di almeno +5 cm per l’armadio scorrevole rispetto a quello battente con maniglia gola.

Se la tua scelta ricade a prescindere su armadio scorrevole nonostante gli spazi a disposizione siano obbligati come nel caso di un retro porta, puoi sempre ridurre la profondità con i tagli a misura (l’opzione è disponibile sia per l’armadio a battente che per quello scorrevole); sacrificherai la capienza interna ma almeno potrai installare l’armadio che più ti piace.

3. Libertà di personalizzazione: tagli su misura e moduli aggiuntivi.

Abbiamo visto come il taglio in profondità è applicabile per entrambe le soluzioni di armadio. Anche la riduzione in altezza di ante e struttura è disponibile sia per l’armadio anta battente che per quello scorrevole. Se volete dunque soluzioni più articolate o soluzioni che vadano ad ottimizzare lo spazio in lunghezza fino all’ultimo centimetro allora la scelta più adatta alle vostre esigenze è sicuramente l’armadio anta battente. 

L’armadio a battente è strutturato da moduli standard componibili che vanno dalla versione più piccola L 45 cm (riducibile ulteriormente grazie al taglio su misura) alle versioni sempre più capienti L 60, 90, 100, 120 cm. Ulteriori moduli componibili sono il modulo angolare e i moduli terminali sagomati chiusi o a giorno (senza ante). La libertà compositiva degli armadi battenti prosegue con la possibilità di opzionare delle cabine armadio centrali o finali, anche in questo caso con o senza ante per caratterizzare esteticamente con scelte volumetriche la propria composizione.

Per farti guidare al meglio nella progettazione del tuo nuovo armadio e ottimizzare lo spazio a disposizione, approfitta del nuovo servizio di assistenza on-line per richiedere una consulenza a distanza con un nostro interior designer o scopri il negozio armadi Febal Casa più vicino a te nello store locator del sito.

4. Vetro, laccato e nobilitato: i materiali che arredano.

Quando si parla di finiture, bisogna far parlare le emozioni. Non è scontato scegliere il giusto abbinamento, c’è chi ha le idee chiare e precise, chi per non sbagliare sceglie il bianco come evergreen, chi invece osa con finiture più azzardate e chi invece ha bisogno di consigli e suggerimenti per poter definire il suo progetto di arredo.

I nostri personal designer (negli oltre 100 punti vendita dislocati in tutta italia) e on-line con il servizio di consulenza a distanza ti affiancheranno e ti consiglieranno per rendere unico il tuo progetto.

Gli armadi Febal Casa della collezione NOTTE hanno diverse tipologie di finiture e materiali in gamma a seconda dell’effetto visivo che vuoi dare alla camera da letto.

Se vuoi scaldare l’ambiente con i toni del legno, la gamma dei nobilitati propone diverse essenze come il Noce gold e l’Eucalipto. Per delle superfici più moderne prendi in considerazione le riflettenze degli effetti metallici come il Bronzo spazzolato e il Grigio acciaio, o la matericità della finitura Cemento Masdar.
Se invece preferisci il colore a tinta unita puoi scegliere tra le ante in nobilitato oppure tra i 22 colori di laccato in versione lucida o opaca.

Divertiti a comporre geometrie o abbinamenti grazie alle ante come Lewitt con i quadrotti personalizzabili liberamente, Columbia che ti permette di colorare la maniglia in tinta o a contrasto rispetto all’anta, l’anta Otto divisa per sezioni configurabili con specchio fumè, finiture nobilitate o colori laccati, l’anta Hoxton che regala una geometria orizzontale che va a colorarsi nei 22 laccati di serie, e l’anta Smith che con il taglio in diagonale ascendente o discendete crea dinamismo nell’ambiente se enfatizzato con il massimo della personalizzazione dei laccati disponibili tra tinte lucide ed opache. L’eleganza senza tempo è rappresentata dall’anta Aurora, un’anta dallo spirito green in quanto utilizza due materiali riciclabili al 100% e all’infinito come l’alluminio del telaio e il vetro del frontale. L’anta Aurora è una scelta di sicuro impatto estetico che si piazza tra il volere tutto a vista come accade in una cabina armadio e le riflettenze semi coprenti del vetro, disponibile non solo sulle ante frontali ma anche sui fianchi.

Per le finiture interne degli armadi puoi approfondire con il punto 3 dell’articolo “Un armadio per due, consigli su come organizzare lo spazio condiviso in camera da letto”.

5. L’importanza della maniglia come accessorio.

Nell’arredamento la maniglia è importante quanto una finitura in quanto riesce a sottolineare il carattere di una composizione, tanto quanto gli accessori nella moda. Se quindi vuoi dare ancora più carattere al tuo armadio puoi optare per la versione anta battente andando a scegliere tra le maniglie in gamma.

Le maniglie opzionabili possono essere in tre materiali: alluminio, nobilitato o laccato, personalizzabili nei colori di serie. L’elemento tecnico da prendere in considerazione in fase di progettazione (soprattutto quando si parla di ambienti piccoli o retro porta) è la sporgenza che può variare da un minimo di 18 mm ad un massimo di 30 mm. L’ergonomia è garantita in tutte le versioni, ma è sempre meglio fare delle prove in negozio per capire quella che risulta più comoda alle proprie abitudini di utilizzo. Il fattore estetico che coinvolge l’aspetto tecnico della maniglia è il suo sviluppo in lunghezza. Oltre a poter applicare la maniglia in orizzontale o verticale, il suo sviluppo in lunghezza impatta nella composizione finale: da un minimo di 16.8 cm ad un massimo di 255.5 cm, quindi una maniglia che percorre l’anta in tutta la sua altezza.

Prendi appuntamento nel negozio armadi più vicino a te per poter toccare con mano le finiture, i colori e tutte le differenze e le possibilità progettuali che la collezione NOTTE di Febal Casa ti può offrire.

Per ogni Sogno, un Progetto. 

Richiedi informazioni ora: i nostri Interior Designer sono a disposizione per aiutarti a sviluppare la tua idea di arredo e trovare insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze abitative.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.
Iscriviti alla newsletter