I migliori pensili da cucina

Oggi che bisogna fare i conti con le dimensioni ridotte delle case contemporanee, non ci si può permettere di lasciare inutilizzato uno spazio così prezioso come quello delle pareti della cucina. Sì, perché i mobili pensili in cucina fanno guadagnare spazio e sono ideali per semplificarci la vita. 

I pensili per la cucina comoda e organizzata

Ci sono diverse opzioni a disposizione, quando si tratta di configurare la disposizione di basi e pensili per cucina. Però è fondamentale porsi alcune domande prima di procedere all’acquisto. Innanzitutto serve concentrarsi sullo spazio realmente disponibile. Per ricavarne la maggiore quantità possibile ci sono tre strade. 
Utilizzare tutta l’altezza della cucina con pensili che arrivano fino al soffitto. La seconda strada è scegliere cucine con i pensili più profondi come suggerito nella collezione Ego Line di Febal Casa. Qui si introduce il blocco di basi avanzate con al di sopra i pensili che possono seguire la profondità delle colonne. Una terza alternativa per ottimizzare lo spazio è sfruttare anche quello lasciato vuoto tra il piano e i pensili da cucina. Il sistema con boiserie Omnia, per esempio, permette di organizzare in modo efficace tutti gli spazi verticali della cucina, grazie a mensole e accessori che si integrano nella boiserie per creare un perfetto equilibrio tra funzionalità ed eleganza.

Progetta la cucina con i pensili adatti

Quali sono i pensili per cucina irrinunciabili? Dipende dalle abitudini. Se non hai la lavastoviglie, per esempio, devi prevedere la piattaia sopra il lavandino della cucina tra i pensili contenitore. Ai lati del piano cottura, invece, può rivelarsi utile un mobile pensile dove poter prendere comodamente spezie e condimenti che servono mentre si sta ai fornelli. I pensili da cucina angolare ti aiutano a ottimizzare al meglio lo spazio di un cucinotto piccolo ma confortevole. E per renderti le cose ancora più facili, ci sono molti accessori sul mercato per attrezzare i tuoi armadi e contenitori e rendere la tua cucina comoda da vivere. Quello che ti deve guidare nella disposizione dei pensili della cucina è la funzionalità. Pensa sempre che cosa vuoi avere accanto alla zona cottura, alla zona lavaggio e alla zona preparazione: queste sono le tre aree operative della cucina. Seguile anche per organizzare una disposizione comoda dei pensili, in base a quello che dovranno contenere.

Scegli i materiali dei pensili da cucina

Per quanto riguarda le finiture dei pensili, tutto dipende dallo stile della cucina e dai gusti personali. Partendo dal presupposto che il legno massello in cucina non si usa, perché richiede troppa manutenzione, non è lavabile ed è poco pratico, oggi la varietà è davvero ampia. Laminati e melaminici sono i materiali più utilizzati per basi e pensili da cucina. Il laminato è igienico, solido e resistente. Pratico da pulire, è disponibile in diverse finiture che possono anche regalare l’effetto tattile di altri materiali. 

Anche il melaminico, che riproduce egregiamente l’aspetto del legno, si presta a soluzioni estetiche differenti per la grande varietà di colori che decorano i pensili di cucine classiche e moderne. Questo pannello di particelle di legno è rivestito da melamina, una resina che durante la “nobilitazione”, assume le caratteristiche estetiche e tattili scelte. Grazie a questo processo si ottiene l’effetto cemento, pietra o legno tanto diffusi nei mobili e nei pensili da cucina. Resiste bene a graffi e urti. Infine, c’è il polimerico, cioè un pannello formato da fogli di PVC termoincollati, che ha il vantaggio di essere impermeabile, ma non tollera temperature molto elevate.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.
Iscriviti alla newsletter