Come disporre divano e tavolo da pranzo

Il soggiorno di casa, che si tratti di open space con cucina o di una sala a parte, ha solitamente alcuni elementi essenziali: una credenza, una libreria, un divano e un tavolo.

La disposizione dei mobili del soggiorno, però, non è sempre cosa semplice, soprattutto se lo spazio non è tantissimo. Ecco quindi i consigli degli esperti Febal casa su come sistemare divano e tavolo da pranzo in maniera ottimale.

Arredare il soggiorno con divano e tavolo: cosa considerare

La scelta della posizione di tavolo e divano nella zona giorno dipende da diversi fattori. Innanzitutto bisogna quantificare quella che è la superficie utilizzabile e l’utilizzo che entrambi gli elementi dovranno avere.

Il tavolo da pranzo è quello che usiamo giornalmente o è destinato solo alle cene con ospiti? Il divano viene utilizzato per guardare la tv, per leggere o ha un ruolo primario nelle nostre giornate?

In camere rettangolari e lunghe, oppure in open space, il tavolo da pranzo o il divano potrebbero fungere da divisorio tra zone diverse. Oppure potremmo voler dare al divano un ruolo da protagonista nella stanza, grazie alla disposizione ottimale. Quindi lo step numero uno è capire cosa abbiamo in mente.

Distanza tra divano e tavolo da pranzo

Non dimentichiamo mai di lasciare i giusti spazi di movimento per non rendere l’ambiente poco pratico. In linea generale, un divano ha bisogno di almeno 70 cm liberi davanti, mentre intorno al tavolo è necessario che ci sia almeno un metro libero per consentire a tutti di sedersi e muoversi senza difficoltà.

L’ideale è porre i due elementi distanti tra loro, in modo da separare visivamente le zone e lasciare libertà di muoversi. Soprattutto se la stanza è piccola, la giusta separazione tra divano e tavolo ha la capacità di dare una prospettiva diversa

In un soggiorno con angolo cucina possiamo quindi decidere di mettere il divano appoggiato alla parete più lontana rispetto alla zona cottura e il tavolo al centro. In questo modo le funzioni delle due zone restano nette e non si intralciano.

Sistemare divano e tavolo vicini in sala da pranzo

Se la stanza è più spaziosa, possiamo decidere di porre il divano e il tavolo da pranzo vicini in modo speculare. Quello che otterremo sarà la divisione dell’ambiente in due aree distinte: da un lato avremo la zona living, dall’altro la zona pranzo, ognuno coi loro spazi. In questo caso potremmo avere anche la possibilità di aggiungere un tavolino da tè davanti al divano per completare la zona relax. 

Il risultato è una stessa stanza con la sua armonia, ma due sezioni precise adibite a scopi diversi. A enfatizzare la divisione, possiamo decidere di sistemare un mobile tv di fronte al divano, oppure una credenza dal lato del tavolo. In questo modo, la separazione sarà ancora più accentuata. Diversamente, per accentuare la destinazione diversa degli spazi, possiamo giocare con elementi di due stili differenti, ad esempio un divano in stile shabby, accostato a un tavolo moderno ed essenziale come quelli proposti nella sezione tavoli da soggiorno di design.

Zona living all’entrata: dove posizionare divano con tavolo da pranzo

Quando la zona living corrisponde all’entrata di casa, sia il tavolo che il divano possono diventare degli elementi di separazione visiva tra la porta e la camera. Molti preferiscono adibire vicino all’entrata il divano di spalle, in modo che formi un piccolo corridoio e non dia da subito una visione troppo “aperta” della zona living. 

Se l’entrata è laterale rispetto alla stanza, invece, scegliere il tavolo più adatto è fondamentale: lo si dovrà sistemare in prossimità dell’entrata, così da lasciare il centro della camera libero, ma allo stesso tempo creare un’entrata strategica alla stanza.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.
Iscriviti alla newsletter