Arredamento vintage: 7 consigli da non perdere

Arredamento vintage non significa antico. Decidere di utilizzare mobili retrò per arredare la propria casa vuol dire dargli carattere e una connotazione precisa che esprime il nostro stile. 

Questo tipo di arredamento è caratterizzato dalla scelta di componenti risalenti ai decenni passati, fino al secolo scorso. Un’alternativa è quella di usare mobili vintage di design, ovvero soluzioni contemporanee che riprendono lo stile degli anni ‘20, ‘50 o ‘70 del secolo scorso. 

Vuoi arredare la tua casa in stile vintage e non sai da dove iniziare? Ecco 7 consigli degli esperti Febal Casa che ti saranno utili.

Consigli per l’arredamento vintage

Per dare alla tua casa un tocco vintage è necessario scegliere i giusti mobili retrò. Puoi di sicuro trovare qualche oggetto nei mercatini dell’usato della tua città, ma per ottenere un arredamento vintage puoi anche ispirarti al classico, come la cucina Gala di Febal Casa, unendo il gusto antico all’efficienza moderna.

1. Scegli un solo periodo di riferimento per i mobili retrò

La prima cosa da tener presente per un risultato d’impatto è quella di scegliere un solo periodo di riferimento. Questo eviterà di creare confusione e disarmonia tra i vari ambienti. Una casa in cui accanto al divano anni ‘70 c’è un tavolino anni ‘30 potrebbe essere eccentrica e risulterebbe anche pesante.

2. Usa i colori caratteristici dell’arredamento vintage di riferimento

Se decidi di arredare una stanza della tua casa seguendo un preciso periodo, non trascurare di utilizzare i colori e i materiali caratteristici di quell’epoca. Ad esempio, l’arredamento vintage anni ‘60, per essere coerente, dovrà avere punte di colore deciso, dai toni eccentrici e dai contrasti forti, proprio come si usava in quell’epoca.

3. Pensa a un restauro creativo per i mobili retrò

Se ti piace giocare con i colori, pensa a un restauro creativo per i tuoi vecchi mobili. 

Scegli in un mercatino dell’usato o dalla vecchia casa della nonna i mobili retrò che più ti piacciono e rendili attuali a modo tuo. Puoi decidere di verniciarli con colori brillanti o renderli unici con il decoupage. 

4. Scegli il legno per mobili vintage di design in cucina 

Il legno è un materiale senza tempo che si adatta benissimo a qualsiasi stile di mobili retrò. Con i giusti complementi, una cucina in legno può seguire lo stile shabby o anni’70, oppure ancora uno stile anni ‘30 coniugato in chiave moderna.
Una cucina classica realizzata in legno riprende lo stile romantico ed elegante anni ‘70. La cucina Gala di Febal Casa riesce in questo intento, coniugando stile vintage al dinamismo delle cucine attuali.

5. Unisci arredamento vintage e moderno

Per non appesantire troppo la casa, puoi decidere di accostare pochi mobili retrò a un arredamento moderno. La madia della nonna in una camera da letto contemporanea ed essenziale, ad esempio, crea un elemento di rottura di sicuro impatto.

6. Non trascurare pareti e tessuti per un vero arredamento vintage

L’arredamento vintage non include solo i mobili indispensabili in casa, ma anche complementi e accessori. Se decidi di arredare il salotto in stile anni ‘70, per esempio, non dimenticare la carta da parati decorata tipica di quegli anni. Tende, cuscini e soprammobili devono essere in linea con lo stesso stile.

7. Se temi di sbagliare, affidati agli interior designer Febal Casa

Non è da tutti saper realizzare l’arredamento dei propri sogni. Spesso abbiamo in mente come vorremmo la nostra casa, ma poi non siamo in grado di decidere. 
È per questo che gli esperti Febal Casa sono sempre a disposizione per ascoltare le tue esigenze e dare i giusti consigli in ogni momento. Negli showroom Febal Casa troverai sempre qualcuno dei nostri consulenti di design pronti ad aiutarti.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.