5 idee per arredare la cucina ad angolo con finestra

Le cucine angolari sono molto comode e arredano sapientemente anche spazi piccoli. Molte persone pensano che l’idea di poter avere una cucina ad angolo con finestra annessa sia ancora più affascinante. 

In effetti, la finestra in cucina permette di avere uno sfogo verso l’esterno e ammirare quello che c’è fuori mentre siamo intenti a preparare i pasti o a lavare i piatti: un’immagine decisamente invitante. 

Allo stesso modo, una finestra sul piano cottura o sul lavandino regala una buona luce naturale durante il giorno che ci permette di cucinare senza bisogno di usare l’illuminazione artificiale.

Come arredare la cucina ad angolo con finestra

Considerando che la presenza di almeno una finestra nella stanza adibita a cucina è obbligatoria secondo la legge italiana, sistemare l’angolo cottura proprio nella zona in cui si trova l’apertura della finestra è una scelta che tutti possono fare. 
In molti casi, però, bisogna fare i conti con il sistema di apertura delle finestre, soprattutto se questa si troverà in corrispondenza del lavello o del piano cottura. Un altro aspetto da considerare, è che la cucina ad angolo con finestra dovrà avere uno dei due lati senza pensili.

Cucina angolo con finestra centrale

Se la stanza dispone di una finestra centrale, possiamo scegliere di realizzare la cucina inserendo la finestra tra i pensili, creando quindi una zona vuota con vista sull’esterno

Una seconda soluzione prevede i pensili solo su un lato, mentre la parete con finestra sarà completamente libera di mobili alti. In questo caso possiamo optare per mensole o scaffali laterali su cui riporre piccoli oggetti.

Cucina ad angolo con lavello sotto la finestra

La cucina con finestra più suggestiva è quella che predispone l’apertura sopra il lavello. Una cucina ad angolo con finestra sul lavello avrà il pregio di regalare abbondante luce naturale.

Come dicevamo, in questi casi bisogna considerare l’apertura della finestra: se è verso l’interno, potrebbe creare intralcio alle normali attività giornaliere, oltre che interferire con la rubinetteria.
La soluzione ideale è quella di scegliere degli infissi che aprono verso l’esterno, oppure con apertura a ribalta o scorrevole.

Cucina ad angolo con finestra sul piano cottura

Posizionare il piano cottura della cucina angolare sotto la finestra è forse la scelta più intelligente se vogliamo ridurre gli odori in casa. Quando le temperature lo permettono, tenere la finestra aperta mentre si cucina aiuterà a portare via fumi e olezzi vari, oltre a mantenere il locale ben aerato.
Inoltre, i piani di lavoro saranno sempre ben illuminati, in modo da cucinare e poi pulire in condizioni ottimali. Come per il lavello, anche per le cucine ad angolo con finestra sul piano cottura vale la stessa regola dell’apertura delle finestre.

Cucina moderna con finestra laterale

Quando gli attacchi di acqua e gas non ce lo consentono e non vogliamo spendere troppo per adeguare l’impianto, dobbiamo accontentarci di posizionare la cucina ad angolo lontano dalla finestra, magari lasciandola a lato. 
Poco male, questo potrebbe essere il caso in cui possiamo sistemare il tavolo da pranzo vicino alla finestra, così da consumare i pasti sotto la luce esterna diretta. Questa è un’opzione ideale anche per chi ha molte pentole e accessori e non può o non vuole rinunciare ai pensili su entrambi i lati della cucina ad angolo.

Cucina ad angolo con finestra come complemento d’arredo

La finestra può essere utilizzata in cucina anche come vero e proprio complemento d’arredo. Questo è il caso in cui amiamo l’idea di realizzare una cucina in colori scuri, come il nero o il rovere. 
L’illuminazione della finestra, in questi casi, sarà in grado di spezzare e creare un punto luce naturale che alleggerisce l’insieme. Si tratta di un’ottima soluzione anche nelle cucine piccole: la creazione di un angolo cucina con finestra contribuirà a donare ampiezza alla stanza, dando l’illusione che ci sia più spazio.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.