Idee di arredamento per la zona living con cucina

Negli ultimi decenni è diventato piuttosto frequente trovare case in cui cucina e soggiorno sono racchiusi in un unico ambiente open space. Da qui nasce l’esigenza di creare un nuovo modo di arredare la zona living con cucina annessa.
Quelle che un tempo erano due stanze rigorosamente separate, oggi sono sempre più spesso unite. Una scelta intelligente e anche comoda per vivere la casa, che però richiede particolare attenzione nella scelta degli arredi per ottenere un open space accogliente, ordinato e di buon gusto.

Come arredare una zona living con cucina

Prima di iniziare a pensare all’arredamento di un open space cucina/soggiorno, è necessario avere chiaro quanto spazio vogliamo dedicare alla zona cucina e quanto alla zona relax. Prese in considerazione anche la disposizione di porte e finestre, possiamo cominciare a destinare le parti della stanza ai vari utilizzi.
Le pareti prive di porte e finestre saranno quelle in cui troveranno posto i mobili più ingombranti della cucina e del salotto, tenendo conto che è preferibile che la zona cottura sia più lontana rispetto all’ingresso. Lo spazio restante sarà da destinare al tavolo da pranzo, al divano e ad altri complementi, se la metratura della stanza lo consente.

Soluzioni per lazona living con cucina a vista

Quando il soggiorno trova posto in un open space con cucina a vista, la cosa più difficile da ottenere è un’armonia generale nell’arredamento che faccia riconoscere i due diversi ambienti, ma che al tempo stesso li sposi tra di loro, creando un continuum di forme e colori piacevoli alla vista.
Secondo gli esperti Febal Casa, la scelta di poche tonalità, massimo tre, rende questo lavoro più semplice, permettendo di giocare con le varie sfumature per la scelta di divani, tavolo, pensili da cucina, tappeti e addirittura pareti, mantenendo una connessione tra una parte e l’altra della zona living.

Ingresso living su soggiorno con cucina a vista: idee di arredamento

In molte case contemporanee la zona living con cucina comprende anche l’ingresso. Anche se l’idea fulcro dell’open space è quella di ambiente unico in cui convivono zona cottura e soggiorno, in queste situazioni potrebbe risultare poco consono tenere tutto a vista. 

Queste sono le situazioni in cui può essere utile pensare a un divisorio che, seppur mantiene aperto lo spazio, va a creare una sorta di ambiente più appartato.  

Ad esempio, è possibile montare una parete a vetri scorrevole, un divisorio in legno o una parete attrezzata multifunzione, che consenta di non chiudere completamente la cucina a danno dell’illuminazione, pur confinando la zona in cui più si creano disordine e odori. 
Un’altra soluzione per suddividere l’ingresso living su soggiorno con cucina a vista è quella di utilizzare gli stessi elementi d’arredo (il tavolo, il divano o l’isola della cucina) come confine tra un ambiente e l’altro. In questo caso lo spazio rimane completamente aperto alla vista, ma si ottiene una divisione netta che contribuisce a dare un’immagine ordinata e curata.

I segreti per arredare la zona giorno con cucina a vista al meglio

Sappiamo che ogni casa va organizzata e pensata a seconda dei gusti e delle esigenze di chi la vive. Il modo di arredare la zona giorno con cucina a vista può essere quindi diverso per ogni famiglia. 
Riviste e cataloghi offrono innumerevoli spunti da cui attingere per arredare i nostri spazi. Non bisogna mai dimenticare, però, che ogni abitazione è diversa ed esclusiva. Soprattutto quando si ha bisogno di arredare spazi piccoli da sfruttare al meglio, uno studio degli ambienti personalizzato, come quello offerto da Febal Casa, è la soluzione migliore per ottenere una casa perfetta da vivere.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.