Cosa sono i complementi d’arredo e come sceglierli

Quando guardiamo le riviste di interior design, restiamo spesso catturati dal gusto nella realizzazione degli arredamenti. 

Nell’arredare una casa è importante lo studio degli spazi e la scelta dei mobili adatti a rispecchiare lo stile di chi la abita. Ma sono importanti anche abbinare i giusti oggetti e i dettagli che fanno la differenza.

Molti hanno l’errata convinzione che i complementi d’arredo non siano basilari, inserendo oggetti di stile diverso con colori che poco armonizzano con il resto dell’arredamento. Il risultato è una casa poco armonica che può vanificare tutto il lavoro precedentemente fatto dagli arredatori.

Oggetti d’arredo: di cosa si tratta

I complementi d’arredo sono tutti quegli oggetti aggiuntivi, che apparentemente svolgono più una funzione decorativa che di reale utilità. 

I complementi d’arredo più tipici sono:

  • tappeti
  • tende
  • cuscini
  • lampade e lampadari
  • quadri e applicazioni da parete
  • tende
  • stoviglie e bicchieri
  • specchi

Perché i complementi d’arredo sono importanti

In realtà, tutti questi oggetti che andiamo a sistemare nella nostra casa la completano e la rendono non solo più bella esteticamente ma anche più comoda, soddisfando esigenze secondarie.

Ne è un esempio la cassettiera Gate di Febal Casa, un comò che, posto all’ingresso con un grande specchio, può diventare un utilissimo mobile d’entrata che completa l’arredamento aggiungendo quel tocco in più allo stile della casa. 

I complementi d’arredo diventano dettagli che mostrano e rispecchiano la personalità di chi vive in casa. Non sono indispensabili come un letto o un tavolo da pranzo, ma sono ugualmente determinanti per definire una continuità stilistica nell’arredamento.

Come scegliere i complementi d’arredo

L’errore che a volte si vede fare è quello di riempire la casa di oggetti decorativi scelti senza criterio. Il risultato, in questi casi, è quello di ritrovarsi in un ambiente disordinato e con un’identità confusa. 

I complementi d’arredo fanno, invece, parte di tutto il progetto di arredamento che va seguito nei dettagli per ottenere la casa dei nostri sogni e mantenerla inalterata nel tempo.

Scegliere i complementi d’arredo in base allo stile della casa

Gli accessori sono proprio quegli oggetti che rafforzano lo stile della casa, oppure si pongono a completo contrasto per dare una sferzata di energia all’arredamento. Ad esempio, un complemento di design, come un comodino, può trovare il suo collocamento ideale anche in una camera da letto classica, purché sia ben valorizzato.

Allo stesso modo, un quadro da una cornice barocca può diventare il punto focale in un ambiente moderno, dando luce e valore a un ambiente più sobrio. 
La casa moderna è solitamente quella che più si presta ad accogliere oggetti d’arredo. Il suo stile minimal e sobrio, infatti, lascia ampio spazio all’inserimento di complementi dai colori e dallo stile più deciso.

Come inserire il complemento giusto in ogni camera

Ogni stanza ha bisogno dei suoi giusti complementi, scelti in base allo spazio, alla luce e all’effetto visivo finale

La cucina è solitamente una stanza già piena di mobili indispensabili. Per questo motivo, la scelta dei complementi deve essere molto accurata. Spesso è necessario puntare sulla giusta illuminazione per creare un ambiente accogliente.

Il soggiorno, invece, è quello che più si presta ai complementi d’arredo in tessuto. Cuscini, tappeti e tende qui trovano il loro habitat naturale. Attenzione però a non esagerare perché si rischia di ottenere un risultato confusionario e disordinato. 
Infine, la camera da letto moderna può trovare la sua identità nella scelta di un grande specchio posto sul comò o, perché no, con delle piante d’interni che riscaldano l’ambiente.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.