Come arredare la cucina con i mobili componibili

La cucina modulare oggi è diventata molto popolare nelle case perché permette di essere personalizzata secondo le esigenze di ognuno. I mobili da cucina componibili si distinguono rispetto alle tradizionali cucine fisse perché le rendono ergonomiche, massimizzano lo spazio e sono comode da usare.

Le cucine componibili sono prodotte in fabbrica, ma questo non vuol dire che siano meno personalizzabili. Infatti possono essere progettate in dettaglio e apportare quante più modifiche possibili prima di essere prodotte.

Come scegliere i mobili per cucina componibile

A seconda delle dimensioni della cucina, puoi scegliere una disposizione lineare, ad angolo o a U che garantisca un buon flusso di lavoro. Scegli la composizione che più si adatta ai tuoi spazi, ma ricordati di seguire la regola del triangolo, in modo che il piano cottura, il frigorifero e il lavello diventino il punto focale della cucina e la distanza tra ogni punto sia simile.

Seleziona gli elettrodomestici da cucina durante la prima fase di progettazione, in modo che possano essere integrati nel layout in base alle loro esatte dimensioni. Per capire dove sistemare gli elettrodomestici, tieni sempre in considerazione i punti di presa predisposti per tutti gli apparecchi.

Definisci la posizione del piano cottura e scegli una cappa con un’elevata potenza di aspirazione in modo che possa eliminare gli odori e favorire l’uscita dei fumi.

Ottimizza gli spazi con i componibili cucina

Analizza la quantità di spazio che hai in cucina e considera cassetti e sportelli di dimensioni diverse per riporre spezie, pentole, posate, utensili, elettrodomestici e così via.

Scegli un’unità dispensa dedicata per conservare tutti gli ingredienti asciutti della cucina. Se ti piace fare grandi provviste, ottimizza lo stoccaggio verticale aumentando l’altezza dei pensili fino al livello del soffitto.

Seleziona i materiali e i colori dei mobili componibili in cucina

Quando si tratta di scegliere una cucina nuova, opta per materiali di qualità che durino nel tempo.

Granito e quarzo sono i materiali per il piano di lavoro più pregiati e resistenti. Se ti piace il marmo, considera che è un materiale poroso che lo rende soggetto a macchiarsi.

Puoi optare per un colore unico o scegliere una combinazione bicolore con tinte a contrasto con le pareti. Anche se le finiture lucide sono di grande effetto e rendono la cucina più lussuosa, prendi in considerazione una finitura opaca se passi molto tempo ai fornelli o se hai bambini in casa che possono lasciare impronte ovunque.

Componibili cucina: illuminazione e accessori modulari

Il lampadario da soffitto è il responsabile dell’illuminazione generale della cucina, ma non sottovalutare che i pensili proiettano ombre e creano zone scure sul piano di lavoro. Per questo motivo, ti consigliamo vivamente di prevedere sempre un’illuminazione aggiuntiva per le zone in cui è necessario avere tutto sotto controllo.

Le cucine componibili Febal Casa permettono sempre di aggiungere faretti led sotto i pensili per illuminare il piano cottura e il piano di lavoro in modo che vi sia un’illuminazione adeguata per la preparazione e la cottura del cibo.

Infine, una cucina comoda è una composizione componibile creata unicamente per chi dovrà utilizzarla, per questo modulabile in base alle specifiche esigenze. Nel tuo progetto, non tralasciare di considerare un’ampia gamma di accessori utili come portabottiglie, cestelli estraibili, portaposate, elementi angolari e accessori da riporre sotto al lavello. Talvolta si tratta di piccole accortezze che possono sembrare superflue ma, una volta a disposizione, rendono il design della cucina efficiente e completo.

Rimani aggiornato sulle novità
del mondo Febal Casa.