Consigli per arredare con l’arco tra cucina e soggiorno

Rispetto alle porte, l’arco tra cucina e soggiorno moderno (così come tra cucina e sala da pranzo) è un elemento di passaggio tra due ambienti che espande visivamente lo spazio ed elimina i costi dei serramenti. Anche se non si devono più selezionare forme e colori di porte e maniglie, la progettazione dell’arco per dividere soggiorno e cucina spazia comunque tra una ampia possibilità di varianti. 

L’attenzione va posta sul fatto che l’arco apre lo spazio tra le stanze, quindi è importante combinare in maniera coerente anche lo stile dei due ambienti che si fondono in un living. Rotondo e rustico, ad arco trilobato orientaleggiante oppure ellittico e minimale? Le idee per l’arco tra cucina e soggiorno moderno sono molte, bisogna solo trovare la soluzione che si adatta meglio al proprio stile.

Idee per disegnare un arco tra cucina e soggiorno moderno

L’arco di una cucina moderna può essere rivestito, pitturato, lasciato nudo oppure dotato di illuminazione, che può essere utile per indirizzare un fascio di luce aggiuntivo verso la zona operativa. Ogni elemento contribuisce comunque a caratterizzare la funzione decorativa della struttura che deve accordarsi con entrambi gli ambienti ai quali si collega.

Diversi materiali per l’arco tra cucina e soggiorno

La scelta dei materiali che rivestono l’arco tra cucina e soggiorno moderno è essenziale nella definizione dell’ambiente. La matericità del rivestimento può sottolineare la geometria, esaltando la tridimensionalità dell’elemento architettonico e rendendolo più presente e protagonista. 

La pietra o l’effetto pietra sono rivestimenti decorativi che scaldano l’atmosfera con un tocco country, mentre la pittura o la carta da parati possono creare sfondi scenografici. Il mattone è una certezza se si desidera enfatizzare l’anima industrial metropolitana di un loft con arco tra cucina e soggiorno, mentre l’intonaco bianco offre l’eleganza minimale adatta a ogni stile e ambientazione.

La cucina con arco moderno intonacato di bianco che si affaccia sul salone può proiettare scenari da isole greche. Le pareti con gli angoli arrotondati, gli archi al posto delle porte che incorniciano anche le finestre, oltre alla presenza rinfrescante del bianco, sono tutti elementi distintivi di uno stile tipico mediterraneo: una bella idea da copiare e semplice da realizzare per dare un’impronta fresca agli ambienti su cui si affaccia l’arco, magari nella casa al mare.

Diverse forme per l’arco

Per spostarsi da una zona all’altra che non è più delimitata da porte, si attraversa un arco che accompagna il passaggio sottolineando il mood di cucina e soggiorno. In base allo stile della casa, si può progettare un arco tra cucina e salotto adeguato. Quello di forma allungata, per esempio, è tipico delle case anglosassoni: serve ad ampliare visivamente la stanza così da spostare l’attenzione dall’altezza ridotta del soffitto.

Si può disegnare un arco classico che sta bene nelle case con i soffitti alti oppure optare per un arco moderno, creando una via di mezzo tra il portale e l’arco classico. Senza dimenticare che ci sono anche le opzioni di grande versatilità. Un arco moderno ellittico, per esempio, sottolinea ambienti spaziosi in maniera scenografica, ed è allo stesso tempo ideale per dividere la superficie senza soluzione di continuità di un open space
A seconda dello spazio a disposizione, l’arco per dividere soggiorno e cucina può essere largo oppure stretto, dalla forma classica o addirittura asimmetrica come un elemento di design contemporaneo. Da non sottovalutare anche la scelta dello spessore, che può accentuarsi fino a diventare quasi una volta a botte. Questa opzione, adatta alle metrature medio grandi, permette di giocare con il colore per realizzare spettacolari archi con tinte a contrasto, o per aggiungere rivestimenti ricercati che enfatizzano la presenza dell’arco tra cucina e soggiorno.

Perché mettere un arco tra cucina e soggiorno moderno

Installare un arco in una cucina moderna invece della porta è una scelta abbastanza diffusa, sia per ovviare al problema di una cucina piccola, sia per unire le due stanze in unico ambiente, seguendo la tendenza consolidata del living contemporaneo.

Le strutture ad arco non sono pensate per dividere e isolare i vani di un’abitazione, sono piuttosto un elemento decorativo che incornicia il passaggio tra due ambienti dai confini resi fluidi. Un arco al posto della porta ha sicuramente diversi vantaggi. Permette infatti di sfruttare tutto lo spazio, altrimenti utilizzato dall’apertura e chiusura della porta, tracciando una immaginaria linea di confine senza alcuna divisione netta.

Soluzioni per proteggere la cucina

Se piace la struttura arco, ma si desidera una protezione per fumi, odori e rumore, il varco può ospitare una vetrata ad arco che separa la cucina dal soggiorno mantenendo però aperta la visuale. Oppure si può pensare a una vera e propria porta di vetro ad arco che scorre e svanisce dentro uno scrigno. In entrambi i casi, la soluzione ad arco per dividere soggiorno e cucina è moderna esteticamente, ma allo stesso tempo estremamente pratica. Assolve con eleganza la funzione principale di separare due zone, aumenta la sensazione di profondità e crea continuità tra soggiorno e cucina. 

Le ispirazioni sulla
Casa non ti bastano mai?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere novità di prodotto, promo, eventi speciali.